Apprendiamo da notizie di stampa che il Tribunale per i Diritti del Malato sezione di Mazzarino ha consegnato all’amministrazione comunale una sintesi dei dati rilevati da una ditta specializzata in campi elettromagnetici.

   Il Movimento l’Uomo Libero in Rivolta, resta in attesa di conoscere i risultati ufficiali, ma conferma l’idea che qualche problema dal punto di vista sull’inquinamento elettromagnetico, a Mazzarino forse c’è!

   In tempi non sospetti il movimento “ LA RIVOLTA “ ha presentato una interrogazione in data 23/11/2015 chiedendo all’Amministrazione Comunale l’istituzione di un “piano antenne”, cosi come suggerito dalla ditta incaricata dal TDM.

   Nel comizio del 27/07/2016 il nostro Coordinatore Mimmo Faraci, ha lanciato un appello al Consiglio Comunale, che è rimasto fino ad oggi inascoltato.

   Ma non ci siamo fermati e non ci fermeremo; noi crediamo e siamo sempre più convinti che le onde elettromagnetiche FACCIANO MALE!!!

   Abbiamo continuato a studiare l’argomento e dopo la pubblicazione avvenuta il 2 settembre 2016, del D. Lgs. 159 del 01/08/2016 sulle disposizioni minime di sicurezza e di salute relative all’esposizione dei lavoratori ai rischi derivanti dagli agenti fisici (campi elettromagnetici), il     D.Lgs. 159 del 01/08/2016 va ad aggiornare il D.Lgs. 81/08. Abbiamo stilato un documento, redatto dal nostro componente Roberto Gagliano e sottoposto al Senatore Francesco Campanella che tramite l’ufficio legislativo del Senato si è trasformato in una interrogazione parlamentare, interrogazione a risposta scritta 4-06457 presentata mercoledì 5 ottobre 2016, nella seduta n.693, in assegnazione alla commissione parlamentare per la discussione.

   Speriamo adesso che dopo questa relazione, il Sindaco, il Presidente del Consiglio e il Consiglio comunale intervengano immediatamente al fine di mettere in campo tutte quelle iniziative di verifiche e controlli.

   Chiediamo di attuare il cosiddetto “Principio di precauzione”, quando un’attività crea possibilità di far male alla salute dei cittadini o all’ambiente, vengano prese tutte le misure precauzionali, anche se alcune relazioni di causa-effetto non sono stabilite dalla scienza.

   I campi elettromagnetici riguardano tutti noi e, in assenza di prove scientifiche riconosciute sui loro effetti, è necessario essere prudenti, informati e consapevoli.

   Chiediamo al Sindaco di procedere con urgenza all’istituzione di un PIANO ANTENNE inoppugnabile da un punto di vista tecnico e che tenga conto di tutti gli aspetti legislativi vigenti.

   Di individuare i siti idonei per l’installazione delle antenne, al fine di minimizzare l’impatto elettromagnetico per la popolazione e di esercitare azioni di controllo e vigilanza sanitaria e ambientale secondo quanta disposto dalla L. 36/2001 e successive modificazioni ed integrazioni.

   Destinare le risultanti risorse economiche ad interventi di controllo e risanamento ambientale per la città. La nostra attenzione è massima, in quanto si tratta di garantire con la massima urgenza ed immediatezza il diritto alla salute, nonché di salvaguardare l’ambiente,senza ulteriori ritardi.

Al Tribunale per i Diritti del Malato sez. di Mazzarino facciamo i nostri complimenti per il lavoro svolto……………….

Il coordinamento Movimento Politico-Culturale

“L’UOMO LIBERO IN RIVOLTA”

438 Visite totali, 0 visite odierne